Martino Ragusa, il Blog

Ricette di cucina, cultura gastronomica e divagazioni

zuppa-imperiale
zuppa-imperiale

Zuppa imperiale

| 0 commenti

E’ un primo in brodo spesso presente sulle tavole domenicali bolognesi. Può essere servito in porzioni ridotte, come antipasto caldo, e seguito da un primo asciutto e sostanzioso come le tagliatelle o le lasagne.

Ingredienti per 4 persone

2 uova
60 g di parmigiano grattugiato
60 g di semolino
una grattatina si noce moscata
una punta di cucchiaino di bicarbonato
20 g di burro ammorbidito
Sale
1,8 l di brodo di carne

Rompete le uova in una ciotola e sbattetele assieme al parmigiano, il semolino, la noce moscata, il bicarbonato e il sale. La consistenza finale varierà a seconda della dimensione delle uova, quindi dovrete regolarla tenendo presente che il risultato finale deve essere quello di un impasto compatto, che “stia insieme”, ma morbido. Come una polenta piuttosto liquida. Se fosse troppo duro aggiungete qualche goccio di latte, se troppo morbido un po’ di parmigiano e semolino in parti uguali.
Imburrate una teglia da forno o rivestitela con carta da forno, versatevi il composto e infornate in forno preriscaldato a 180 gradi e ventilato. Cuocete per circa 20-30 minuti a seconda dello spessore dell’impasto fino a quando la superficie è dorata. Per controllare l’avvenuta cottura dell’interno, immergetevi uno stuzzicadenti che deve uscire asciutto. Sfornate il “pane” ottenuto e fatelo raffreddare completamente, poi tagliatelo a fette di un centimetro di spessore. Quindi tagliate le fette a strisce di un centimetro di spessore e queste ultime a dadini di un centimetro di lato. Otterrete dei cubetti di un centimetro di lato, ma voi potete variare la misura a seconda del vostro gusto. Fate bollire brodo e calate la zuppa, mescolate e portare a ebollizione. Quando il brodo bolle spegnete il fuoco, coprite la pentola e fate riposare 2 minuti prima di servire.

 

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.