Martino Ragusa, il Blog

Ricette di cucina, cultura gastronomica e divagazioni

riso_gallina_cocconato
riso_gallina_cocconato

Riso e gallina di Cocconato

| 0 commenti

Cocconato, nel Monferrato, è un paese dedito all’allevamento delle galline ovaiole e prossimo alle risaie vercellesi. Qui si prepara questo squisito piatto tipico che unisce le due risorse.

Ingredienti per 4 persone

32o g di riso di superfino (per esempio Carnaroli)
1 gallina (o un pollo allevato a terra)
1 carota
1 gambo di sedano
1 foglia di alloro
60 g di burro
2 cipolle
1 bicchiere di vino bianco secco
pepe in grani
sale

Per la salsa

30 g di burro
30 g di maizena
1/4 di litro di brodo
2 tuorli
80 g di parmigiano grattugiato
noce moscata (facoltativa)
sale

Fiammeggiate la gallina, lavatela e deponetela a freddo in 2 litri di acqua con la carota, il sedano, l’alloro, una cipolla e il pepe in grani. Salate con moderazione e lessatela, facendola cuocere fino a quando la carne non si stacca facilmente delle ossa.

Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Scolate la gallina, disossatela e tenete la carne da parte. Sgrassate il brodo e filtratelo.

Riducete a fette sottili una cipolla e fatela appassire in un’ampia padella con 30 grammi di burro. Unite il riso, e quando i chicchi accennano a diventare trasparenti bagnate con il vino. Fatelo evaporare completamente e cominciate a bagnare con brodo bollente aggiungendone un mestolo alla volta.

Sciogliete  la maizena  in 30 grammi di burro, quindi bagnatela con mezzo litro di brodo bollente e fate addensare la salsa mescolando. Aggiungete i pezzi di gallina finché non si riscaldano e, fuori dal fuoco, sempre mescolando, i due tuorli e il parmigiano.

Appena il risotto è pronto, mantecatelo con 30 grammi di burro, versatelo nel piatto di portata e ricopritelo con la salsa e i pezzi di carne.

 

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.