Martino Ragusa, il Blog

Ricette di cucina, cultura gastronomica e divagazioni

IMG_6975
IMG_6975

Pappa al pomodoro

| 0 commenti

Un classico della cucina toscana estiva. Va gustata calda o fredda, con la raccomandazione di usare solo pomodori freschi e pane toscano. In mancanza potete metterci altro pane purché casereccio e  scondito, cioè fatto con sola farina, lievito e acqua.

Ingredienti per 4 persone

250 g di pane toscano raffermo tagliato a fette e privo di crosta
1 kg di pomodori maturi
4 spicchi di aglio
1 rametto di basilico
5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
acqua
pepe nero macinato al momento o pestato nel mortaio
sale

Tostate le fette di pane al forno senza farle dorare troppo. Scottate i pomodori in acqua bollente, spellateli e tritateli.
Fate appena imbiondire l’aglio in un tegame preferibilmente di coccio con 4 cucchiai di olio. Unite i pomodori, il rametto di basilico, salate e fate cuocere a fuoco vivo per 20 minuti, sorvegliando la cottura e aggiungendo poca acqua solo se occorre. Togliete gli spicchi di aglio, il rametto di basilico e scartateli, aggiungete il pane e fatelo insaporire bene sempre a fuoco vivo per un paio di minuti. Quindi bagnate con 1 litro di acqua bollente (o di brodo di carne leggero o di brodo vegetale).

Fate cuocere per 10 minuti mescolando spesso. Quando il composto ha assunto la consistenza di una pappa, togliete dal fuoco e fatelo riposare per circa 1/4 d’ora.
Servite irrorando con olio crudo e spolverando con pepe nero di mulinello. E’ buona sia calda che fredda.

Varianti:

  1. Cottura di tutti gli ingredienti, pomodori, aglio, basilico e pane e acqua “a freddo”.
  2. Aglio tritato anziché a spicchi interi.

 

 

 

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.