Martino Ragusa, il Blog

Ricette di cucina, cultura gastronomica e divagazioni

carbonara
carbonara

Spaghetti alla carbonara

| 0 commenti

La carbonara, celeberrimo piatto della cucina romana è molto probabilmente di origine abruzzese. In origine doveva trattarsi di pasta “cacio e uova”, un piatto nutriente e fatto con ingredienti facilmente conservabili che i carbonai di Abruzzo e Lazio preparavano durante il lavoro o portavano da casa per consumarlo freddo.

La carbonara è un piatto facile da fare, ma facilissimo da sbagliare, La cosa più difficile è azzeccare la consistenza della salsa di uovo e formaggio, o troppo liquida con un effetto “uovo crudo” poco piacevole, o troppo solida, con il pessimo risultato di spaghetti quasi cementificati.

Il segreto principe per non correre rischi è la velocità: gli spaghetti appena scolati vanno conditi molto velocemente, perciò preparate prima tutti gli ingredienti (uova sbattute con il formaggio, guanciale rosolato, pepe nero) e teneteli pronti. La pasta non va mai unita alle uova nella pentola vuota posta sul fuoco perchè le uova si rapprenderebbero troppo. Va invece versata nella ciotola dove sono state sbattute le uova. Se tuttavia si desidera che le uova siano leggermente rapprese, l’unione tra pasta e uova sbattute può avvenire in una ciotala riscaldata a bagnomaria o su una pentola di acqua bollente.

Ingredienti per 4 persone

320 g di spaghetti

2 tuorli
2 uova intere
130 g di guanciale (o pancettastesa affumicata)
80 g di cucchiai di pecorino grattugiato (o metà pecorino e metà parmigiano)
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
pepe nero di mulinello o di mortaio
sale

Sbattete bene le uova assieme al formaggio grattugiato dentro a una ciotola sufficientemte capiente da contenere tutta la pasta.
In una padella antiaderente fate rosolare appena il guanciale tagliato a cubetti o a listarelle con 1 cucchiaio di olio. Evitate di farlo seccare, toglietelo dal fuoco appena appare croccante e tenetelo in caldo nella padella con il suo fondo di cottura. Scolate gli spaghetti, versateli nella ciotola che contiene le uova sbattute con il formaggio.Mescolate bene, aggiungete velocemente il guanciale, il pepe nero, mescolate ancora e servite.

Se desiderate che le uova siano leggermente rapprese, sbattete le uova in un piattino e versate la pasta in una ciotala riscaldata a bagnomaria o su una pentola di acqua bollente. Un buon suggerimento potrebbe essere di scolare la pasta versando l’acqua di cottura in una ciotola che poi conterrà la pasta. Poi unite il guanciale, mescolate e servite.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.