Martino Ragusa, il Blog

Ricette di cucina, cultura gastronomica e divagazioni

IMG_3442
IMG_3442

Arancine dolci all’amarena sciroppata

| 0 commenti

Una mia ricetta per Carnevale.

Ingredienti per 20 arancine

1 kg di riso originario

20 amarene sciroppate

600 g di ricotta di pecora

200 g di zucchero semolato

zucchero semolato per cospargerle

4 uova

50 g di burro

1 stecca di vaniglia

la buccia di un’arancia non trattata

pangrattato

farina 00 per infarinare

olio di arachide per friggere

sale

 

Riempite una pentola d’acqua e mettetevi un po’ di sale e la stecca di vaniglia aperte per il lungo. Portate a bollore e fate sobbollire per 10 minuti. Calate il riso e fatelo cuocere per 9 minuti dalla ripresa del bollore. Scolatelo e versatelo in una ciotola capiente. Unite il burro tagliato a dadini e portato a temperatura ambiente, 100 g di zucchero e la buccia d’arancia grattugiata. Lasciatelo raffreddare, poi aggiungete i tuorli di uovo, l’uovo intero e mescolate.

Scolate la ricotta per una notte. Mettetela in una ciotola e aggiungete 100 g di zucchero. Schiacciatela con la forchetta e poi passatela al setaccio. Sconsiglio di usare il frullatore, piuttosto schiacciatela un po’ più a lungo e usate zucchero semolato finissimo.

Fate l’arancina così: stendete un po’ di riso su una mano a coppa, inserite una cucchiaiata di ricotta, un’amarena ben scolata e chiudete con altro riso. Passate l’arancina nella farina, nelle chiare sbattute e nel pane grattugiato. Tornate a chiuderla bene e riponetela in frigo fino al momento della frittura. Friggete le arancine all’onda per immersione fino a quando non sono ben dorate. Mettetele a scolare in uno scolapasta, poi passatela in un vassoio ricoperto con carta da fritti e servitele dopo averle cosparse di zucchero semolato.

 

 

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.