Martino Ragusa, il Blog

Ricette di cucina, cultura gastronomica e divagazioni

cucina ostmoderna
cucina ostmoderna

Carciofi a lasciami stare (in bianco)

| 0 commenti

Ingredienti per 4 persone

4 carciofi
2 acciughe sotto sale dissalate (o sarde salate)
25 g di pecorino siciliano stagionato
2 cipollotti
l succo di un limone
1 ciuffetto di prezzemolo
Olio extravergine di oliva
2 cucchiai di pangrattato
Pepe

Private i carciofi delle foglie esterne riducendoli ai soli cuori. Tornite il girello ed eliminate l’eventuale fieno interno. Tenete i primi 5 centimetri di gambo e pulitelo bene dai filamenti esterni lasciando solo il cuore interno, durante questa operazione fate attenzione a non rompere il gambo che deve essere presente più o meno nella lunghezza indicata di 5 centimetri.
Dividete i cuori in 4 e trasferiteli in un contenitore pieno d’acqua acidulata con il succo di limone.

Mondate i cipollotti e tagliateli a tocchetti di 1 cm compreso il verde tenero.
Tagliate il formaggio a piccoli dadini. Tritate il prezzemolo.

Sistemate i carciofi in una padella in un solo strato. Aggiungete i cipollotti, le acciughe dissalate spezzettate, il pecorino, il prezzemolo, il pepe e 2 dita d’acqua. Non occorre salare per la presenza delle acciughe e del pecorino. Cospargete con il pangrattato e versate un filo di olio. Coprite e cuocete a fuoco dolce per 10 minuti.

Serviteli ricoperti con il sughetto di cottura. Sono buoni anche freddi.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.